top of page

La valutazione del Training Load - metodo RPE-Session

La valutazione del Training Load metodo RPE-Session

L'argomento del post di oggi è dedicato ad un'aspetto fondamentale per quanto riguarda la programmazione della preparazione atletica di ogni squadra di calcio , prima squadra o settore giovanile agonistico che sia . Prima di addentrarci nello specifico chiariamo un attimo cosa sia Il Training Load o Carico dall'allenamento traducendolo in italiano .

" Trainig load si riferisce alla somma del lavoro richiesto all'atleta , ovvero l'insieme delle sollecitazioni funzionali provocate da quest'ultimo in un determinato periodo di tempo " Inoltre è importante precisare che il carico dall'allenamento a sua volta si suddivide in Carico interno ( variabile soggettiva , ovvero quanto percepito dall'atleta a seguito di un carico esterno ) e Carico esterno ( variabile oggettiva , ad esempio la distanza totale percorsa , velocità , accelerazione , ecc ) . Ora sorge spontanea la domanda , a cosa mi serve sapere il Training Load ?

Sapere quantificare il Training Load dei nostri atleti ovvero quale tipo di sforzo hanno provato durante il corso di un allenamento o partita che sia , ci fornisce informazioni importanti per programmare e modulare i doversi interventi da proporre nelle sedute successive . Nella grafico mostrato in foto possiamo vedere l'andamento medio del training load di una squadra di calcio durante il corso della settimana .

Possiamo subito vedere come la composizione delle diverse sedute varia a secondo del periodo pre o post gara , nello specifico la prima seduta ovvero quella successiva alla gara avrà un training load inferiore rispetto al secondo allenamento dove si avrà una maggiore possibilità di carico , successivamente il carico andrà a diminuire progressivamente andando sempre di più verso il momento partita .

Il post di oggi focalizza l'attenzione sul calcolo del Training Load attraverso la metodica della RPE - Session . Questa metodica è molto in voga in diverse squadre di calcio di ogni livello in quanto risulta estremamente facile da applicare sul campo . Tutto ciò che occorre è un semplice foglio di calcolo Excel e un foglio contenente la Scala di Borg ( precisamente andremo ad usare la CR10 ) .



Scala di Borg

La Scala di Borg ci permette di sapere quale sforzo ha percepito il nostro atleta secondo la sua valutazione soggettiva . La scala CR10 si basa su 10 livelli dove quest'ultimo risulta il più intenso .

Di seguito andremo ad analizzare la formula :

Training Load ( Ua ) = Tempo ( min ) x RPE

Analizzando la formula possiamo vedere come il TL viene quantificato in Unita Arbitrarie , il calcolo è molto semplice si tratta di moltiplicare il tempo della seduta , partita o proposta che sia per il valore indicato dall'atleta secondo la Scala di Borg .


Ecco riportato nella foto sotto un esempio di raccolta dati di un programma dall'allenamento settimanale

Dopo aver analizzato nel dettaglio come si calcola il TL attraverso la RPE -Session andiamo ad andiamo a scoprire i pro e i contro di questa metodologia.

Pro :

  • Accessibile a tutti in quanto non richiede l’utilizzo di particolari strumentazioni costose , se non di un semplice foglio di calcolo e il foglio contenente la scala di Borg.

  • Facile applicazione e calcolo del Training Load.

Contro :

  • Occorre che l’atleta sappia auto valutare correttamente la propria percezione soggettiva dello sforzo compiuto.

  • Bisogna presentare correttamente la scala di valutazione ai propri atleti evitando ancoraggi , distrazioni o “ suggerimenti “.

Conclusione

Possiamo affermare che conoscere il TL :

  • Permette al preparatore atletico / allenatore di modulare il carico di lavoro settimanale / mensile

  • Risulta un valido strumento di verifica di quanto fatto nel corso della stagione

  • Consente di rispettare le 6 regole per la programmazione del carico ( progressività , continuità , … )

  • Risulta un valido strumento per prevenire gli stati di Overreaching e Overtraining