top of page

Ripresa in campo post Lockdown COVID: lavoro metabolico tutto subito con palla?

Ripresa in campo post Lockdown COVID: lavoro metabolico tutto subito con palla?

Nel post di oggi volevo proporre il primo di una seri di riflessioni sulla ripresa in campo post lockdown COVID e di come riprendere gli allenamenti in campo dal punto di vista fisico e tecnico nel settore agonistico. Attenzione: il post è riservato a chi opera dalla categoria U16 in su quindi se ti occupi dei più piccoli questo post non è propriamente indicato alla tua squadra.

In questo primo appuntamento volevo parlare delle componenti metaboliche quindi aerobiche ed anaerobiche e di quali approcci possono essere messi in pratica per la prima parte di ripresa post lockdown. Oramai è risaputo che l'inattività generata dallo stop prolungato provoca un decadimento delle capacità legate alla performance come la forza, sistema aerobico ecc dunque è importante partire da questo presupposto, tuttavia in alcune regioni si è potuto continuare la parte da campo legata solo alle sedute in forma individuale o collettiva (per i professionisti) consentendo così di rimanere in allenamento.

Questo periodo storico in tema di preparazione fisica farà "letteratura" in quanto mai si sono verificate una serie di interruzioni così numerose nel corso della stagione sportiva.

La domanda chiave di questo post è legato alla tipologia di mezzo di lavoro da usare subito alla ripresa per lo sviluppo degli aspetti metabolici:


"Fin da subito è meglio sviluppare le componenti metaboliche

a secco o tutto con palla ?"


Prima di addentrarci in una risposta affrettata legata talvolta alle mode è importante analizzare i due metodi di lavoro e scegliere attentamente quale faccia al caso nostro in base allo stato di forma, fascia d'età, tempo e spazio a disposizione. Per comprendere meglio le diverse forme di lavoro questo mio video potrebbe esserti di aiuto



"TUTTO E SUBITO CON PALLA, PALLA TUTTA LA VITA"

Utilizzare il metodo "integrato" con palla risulta essere un mezzo di lavoro "completo" in quanto racchiude al suo interno tutte le componenti prestative della gara sia dai punti di vista tecnico tattici oltre che fisici. Ma a questo punto è importante porsi alcune domande: quali spazi devo utilizzare? Quanti giocatori devo utilizzare? A quale intensità ? Come posso monitorare il carico di lavoro in maniera oggettiva?

Purtroppo questa è una serie di domande che vanno oltre la moda del momento, non tutte le dimensioni del campo sono corrette, spazi troppi piccoli andrebbero a generare un sovraccarico a livello muscolare mentre spazi troppo grandi andrebbero a richiedere un eccesso di alte velocità con possibili infortuni a livello muscolare come agli hamstrings. Saper quantificare il carico è un aspetto troppo importante e sono ben pochi i preparatori che hanno a disposizione i GPS o cardiofrequenzimetri quindi affidarsi al caso o al classico "occhiometro" potrebbe essere troppo approssimativo.


"TUTTO A SECCO, BISOGNA METTERE IL FIENO IN CASCINA"

Le attività di corsa senza palla, rientrano nei mezzi di lavoro a carattere generale che non possono essere visti come specifici alla gara. Al suo interno troviamo i lavori di corsa continua a diverse velocità come il Fartlek, lavori intermittenti in linea o navetta, intervallati ecc. Questo mezzo di lavoro per quanto aspecifico sia ci permette di quantificare in maniera più semplice il lavoro che andranno a svolgere i nostri giocatori ad esempio nei lavori intermittenti sapendo tempo di percorrenza e distanza possiamo ricavare la velocità di corsa calibrando al meglio i lavori evitando velocità di corsa "pericolose" ad esempio per il comparto degli hamstrings.


Conclusioni "La verità sta nel mezzo"

Provando a dare una risposta al nostro quesito iniziale penso che la verità stia nel mezzo, è spetta ad ognuno ricavare le proprie soluzioni da attuare in campo. Se decidiamo di lavorare solo e subito con palla dobbiamo essere in grado di sapere modulare attentamente il carico delle nostre proposte con spazi, tempo di lavoro-recupero, e numero di giocatori adeguato.

Nella figura ho messo a confronto due proposte una con palla (Possesso Palla 4vs4) e una a secco (intermittente), analizzando tramite GPS il carico esterno delle due proposte dove sono emerse indicazioni importanti.

Esercizi Calcio Ripresa Post Lockdown COVID

Se confrontiamo le due proposte possiamo notare come il carico "muscolare" sia molto superiore a quello del lavoro intermittente in linea, come ovvio che sia il possesso richiede una serie di cambi di direzione, accelerazioni e decelerazioni che il lavoro di corsa in linea non richiede. Quindi è utile proporre attività che vadano a sovraccaricare così tanto il sistema muscolare? Soprattutto dopo un lungo periodo di inattività questo ci deve far riflettere per non doverci trovare a possibili infortuni.

Probabilmente saper mescolare i giusti mezzi di lavoro in accordo con il mister può essere la soluzione migliore, iniziare con dei lavori in linea a velocità controllate (es <18 km/h) integrate con dei lavori proposti dal mister con spazi adeguati può essere il giusto compromesso, per passare da forme di lavoro generali fino a quelle più specifiche legate al modello prestativo.